Archivio per marzo 2007

L’arte di Van Gogh

“L’arte è l’uomo aggiunto alla natura.” Van Gogh dice di non aver “trovato migliore definizione dell’arte di questa”.

Vincent Van Gogh - Due girasoli

Ho letto un libro su Van Gogh, che ho trovato per caso un giorno in edicola, e mi hanno colpito queste sue parole perché mi sono piaciute come definizione di arte e ovviamente, essendo la sua definizione, riassumono bene il suo pensiero, le sue intenzioni e il suo modo di dipingere.

agb

Ma ne avete davvero bisogno?

Parlo di Second Life: il mondo virtuale in cui chiunque può vivere la propria seconda vita all’interno di un ambiente libero e costruito dagli stessi utenti che ne fanno parte (definizione presa dal sito ufficiale italiano). Praticamente esiste un mondo dove chiunque può costruirsi una seconda vita, può scegliere il proprio nome, il proprio aspetto fisico, il sesso, la professione ed un sacco di altre cose. Un mondo dove non si muore e per spostarsi si può volare oppure usare il teletrasporto.

sl.jpg

Perché 2 milioni di persone vogliono una seconda vita, assolutamente finta? Perché “fa figo”? Per sentirsi dei supereroi invincibili? Oppure perché nella loro vita – quella vera – non riescono ad avere rapporti con altre persone se non mediati dal computer? Oppure per cercare di non affrontare i problemi della vita vera e rifugiarsi in un altro mondo dove tutto è più facile, sperando che, una volta spento il computer, i problemi si siano risolti da soli? Non venite a dirmi che è solo per giocare, perché questi mondi virtuali non sono dei giochi, i partecipanti non devono raggiungere obiettivi, sono dei semplici personaggi che vivono in mondi preconfezionati nei quali hanno completa libertà. Ma allora hanno bisogno di libertà? Com’è possibile ricercare la libertà collegandosi ad un sito e passando i pomeriggi di fronte al monitor del computer?

Continua a leggere ‘Ma ne avete davvero bisogno?’

Troppo alto!

Da dicembre c’è questo video su You Tube e io ogni tanto lo guardo per stupirmi di cosa sia possibile fare. 🙂

Chi è?! 😮 Stefan Holm, uno dei più forti saltatori in alto del mondo, svedese, alto “solo” 1,81m ma capace di saltare 2,40m!

agb

Alberto Giacometti – I primi anni

Domenica siamo stati alla mostra dedicata ai primi anni di attività dell’artista svizzero Alberto Giacometti presso il centro d’arte e cultura Brolo di Mogliano Veneto. Non c’erano le famose statue filiformi, opere tipiche della sua maturità e per le quali Giacometti è famoso, ma la mostra era decisamente interessante: ventitre sculture, nove dipinti, quarantacinque tra acquarelli e disegni, tra cui anche degli inediti e soprattutto le due sculture La donna cucchiaio e La coppia. 🙂

Alberto Giacometti - La donna cucchiaio Alberto Giacometti - La coppia

Nonostante il simbolismo, ne La coppia Giacometti ha davvero colto l’essenza della donna e dell’uomo. Non vi sembra? 😉

zar e agb

Sconfitta con onore

L’Italia del rugby torna di nuovo con i piedi per terra, ma sicuramente può camminare a testa alta. Nell’ultima giornata del Sei Nazioni la nazionale italiana è stata sconfitta dall’Irlanda per 24 – 51.

Partita strana: primo tempo giocato difendendo bene e sfruttando tutte le occasioni per fare punti con punizioni e drop; nel secondo tempo la superiorità dell’Irlanda, qualche errore difensivo di troppo e un paio di infortuni hanno fatto sì che il divario diventasse sempre più netto. Così netto che al 70° minuto stavo sprofondando nel divano. Fortunatamente, verso la fine della partita, l’Italia è riuscita a rialzare la testa e a segnare due belle mete (che hanno di fatto consegnato la vittoria del Torneo alla Francia per la differenza punti e mi hanno fatto risalire sul divano 😉 ).

Il bilancio di questo Sei Nazioni è sicuramente positivo in quanto le due vittorie (prima in trasferta compresa) rimarranno nella storia. L’appuntamento con la Nazionale di Rugby è a settembre in terra francese per i Mondiali.

zar

La domenica calcistica

Domenica sera ho tentato di guardare la Domenica Sportiva – cosa che non faccio mai – solo perché sapevo che ci sarebbero stati come ospiti alcuni dei medagliati dei Campionati Europei di Birmingham. Non avevo dubbi che avrebbero iniziato con il calcio parlando del posticipo serale e di Milan-Inter, ma pensavo proprio che poi avrebbero chiamato in causa i prestigiosi ospiti dell’atletica leggera! Invece no 😦 e ho azionato il videoregistratore. Comunque a quel punto hanno fatto loro solo un paio di domande a proposito del calcio e della nuova regola. Poi di nuovo calcio. E lì dopo un po’ la video cassetta è finita. 😦 Mi sa che hanno parlato di atletica solo molto vicino all’una di notte e non per lungo tempo.

Mi chiedo anche se hanno detto qualcosa della bellissima partita di rugby e del granpremio di motociclismo di sabato, visto che nel pezzo che ho registrato mi sembra proprio di no.

Insomma proporrei alla Rai un cambio di nome che faccia capire di cosa tratta (quasi) esclusivamente la trasmissione.

agb

Chi non la sa l’aspetti

Ogni tanto ci capita di guardare “Chi vuol essere milionario?”, specialmente nel fine settimana. Lo abbiamo notato solo noi o davvero Gerry Scotti aiuta troppo i suoi concorrenti?!

Per esempio quando, sparando una risposta, il concorrente dice quella giusta, lui insiste perché la accenda e afferma che bisogna essere coraggiosi e fidarsi delle proprie intuizioni. Ieri sera poi un concorrente aveva usato il 50:50 e lui gli ha detto una cosa tipo: “Ma dai, detto tra noi, la C non ha senso!”.

Si vede che hanno soldi da regalare, almeno finché si tratta di poche decine di migliaia di euro 😉

zar e agb