Il COBOL compie 50 anni

IL COBOL (COmmon Business-Oriented Language, acronimo che già di per se meriterebbe un post dedicato), è un linguaggio di programmazione progettato nel 1959, cioè 50 anni fa. La sua particolarità è il fatto che – nonostante sia stato progettato per essere una soluzione di breve durata per scrivere semplici programmi – tutt’ora nel mondo sono ancora in funzione circa 200 miliardi di righe di codice scritte con questo linguaggio (fonte: disinformatico).

Da informatico la cosa mi lascia senza parole ogni volta che ci penso. Evidentemente è un linguaggio molto robusto (anche se qualcuno dice che COBOL è l’acronimo di Compiles Only Because Of Luck) ma pensavo che il fatto che non è assolutamente user-friendly l’avrebbe reso obsoleto in tempi molto brevi, cosa che in informatica succede praticamente sempre.

Per capirci, questo è il codice che va scritto per far stampare a video il classico “Hello World!”:

000100 IDENTIFICATION DIVISION.
000200 PROGRAM-ID. HELLOWORLD.
000300
000400*
000500 ENVIRONMENT DIVISION.
000600 CONFIGURATION SECTION.
000700 SOURCE-COMPUTER. RM-COBOL.
000800 OBJECT-COMPUTER. RM-COBOL.
000900
001000 DATA DIVISION.
001100 FILE SECTION.
001200
100000 PROCEDURE DIVISION.
100100
100200 MAIN-LOGIC SECTION.
100300 BEGIN.
100400 DISPLAY " " LINE 1 POSITION 1 ERASE EOS.
100500 DISPLAY "Hello world!" LINE 15 POSITION 10.
100600 STOP RUN.
100700 MAIN-LOGIC-EXIT.
100800 EXIT.

Una cosa improponibile al giorno d’oggi. Durante tutto il mio corso di studi l’avrò sentito nominare solamente un paio di volte; e se avessi sbagliato tutto? Chissà quanto sono ricercati i programmatori COBOL mannaggia.

Comunque poco male, buon compleanno COBOL!

zar

Annunci

5 Responses to “Il COBOL compie 50 anni”


  1. 1 zhabla 1 ottobre, 2009 alle 19:52

    Tu sai che per la mente malata dei programmatori più una cosa non è user-friendly più è eccitante..

  2. 3 Joja 2 ottobre, 2009 alle 15:52

    mi hai fatto rivivere gli anni dell’università quando dovevamo imparare a programmare in cobol. bei tempi…. 🙂

  3. 4 Willy il Grigio 2 ottobre, 2009 alle 17:06

    lo stesso per me, quando mi cimentavo col FORTRAN 3 o col PL-1, e perforare le schede? Altro che user-friendly: sarà per quello che ho smesso 🙂

  4. 5 sarasx 7 ottobre, 2009 alle 15:04

    e l’assembler dove lo metti? sto cobol al confronto dev’esser stato considerato il top :D!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: